I consigli di Michel Robert – Il Fitness

Il lavoro su terreno vario favorisce in generale lo sviluppo della muscolatura del cavallo e in particolare l’allungamento della muscolatura della schiena

Per mettere un cavallo in buona forma fisica, affinché sia in grado di eseguire e sostenere il lavoro, servono almeno due mesi di tempo, partendo da una condizione di buona salute e di muscolatura minima di base. Quando il cavallo raggiunge la buona condizione atletica è in grado di sostenere una sessione di lavoro di un’ora al giorno senza affaticarsi e senza manifestare il giorno dopo indolenzimenti o rigidità.

La messa in condizione fisica di un cavallo giovane si deve basare principalmente sul lavoro all’aperto montato in leggerezza o alla lunghina in modo che possa muoversi libero dal peso del cavaliere. E’ infatti indispensabile lasciare che il cavallo muova liberamente il suo corpo e le sue articolazioni senza interferenze da parte del cavaliere. A questo proposito, il lavoro alla lunghina è il più appropriato; deve svolgersi alle tre andature, passo, trotto e galoppo, cercando di ottenere la giusta cadenza e la simmetria del movimento. Si deve cercare di ottenere il massimo allungamento dell’incollatura verso il basso per ottenere di conseguenza il massimo allungamento e lo sviluppo muscolare della schiena.