I consigli di Michel Robert – Le barriere al galoppo

Per prepararci a un percorso la miglior cosa è… fare un percorso. Solo così possiamo renderci realmente conto dei nostri problemi e lavorare per risolverli. E’ però evidente che saltare sempre logora il cavallo, fisicamente e mentalmente. Spesso inoltre, i problemi riguardano non il salto in sé quanto ciò che succede tra un ostacolo e l’altro: traiettoria, direzione, controllo, regolarità dell’andatura e via dicendo. Per questo motivo lavorare sulle barriere a terra al galoppo è un ottimo sistema per capire le difficoltà e rimediare senza affaticare il cavallo. In questi esercizi, cerchiamo la regolarità e la qualità del galoppo. Curiamo l’avvicinamento e la ricezione, la traiettoria e la cadenza, ma anche la nostra posizione, gli aiuti e soprattutto lo sguardo.

Michel Robert per Team WOW